Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2018

Il profumo che fa al mio "naso"

Immagine
“Chi domina gli odori, domina il cuore degli uomini”.
Noi aggiungiamo che “colui che sa scegliere il giusto profumo, avrà due anime da emozionare: la propria e quella di chi gli sta accanto”.
L'odore della pelle, espressione individuale ma soprattutto strumento nell'alchimia di coppia, è sul podio dei fattori scatenanti il desiderio, imponendosi sempre di più come nuovo trend della seduzione.
Molte donne ormai affermano senza vergogna che l'odore di una fragranza seducente, può far capitolare molto più velocemente di uno sguardo ammiccante e sensuale.
Se un incontro galante richiede un outfit sobrio ma di tendenza, sicuramente la scelta “istintiva” di un partner ricerca un profumo che enfatizzi il teatro della propria essenza, in un concerto di note ed emozioni senza strumenti.
Allora perchè non dare alla propria anima la possibilità di esprimersi in una fragranza creata su misura?

Voi scegliete le note di testa, noi ci mettiamo il cuore con un pizzico di maestria dei nostri spe…

Gli esami non finiscono mai

Immagine
Aveva proprio ragione lo straordinario Eduardo De Filippo . Al lavoro, all'università, in famiglia, la nostra routine è costellata di esami da superare. Trovarsi difronte ad una sfida significa avere due uniche possibilità:affrontarla oppure no. Niente scuse. Se si sceglie di mettersi in gioco, il modo migliore di vincere è PREPARARSI: con l'animo giusto, siamo già a metà dell'opera. Occorrono concentrazione, giusta carica emotiva e qualche accorgimento per alleviare stress ed ansia da prestazione.

Sapevate che l'aroma di limone riduce ansia e depressione? Grazie al contenuto di ioni negativi produrrete nuova energia utile per la concentrazione. L'essenza di pompelmo, diffusa nell'ambiente, combatte l'ansia da prestazione, l'esaurimento di energie ed equilibra le emozioni contrastanti. Palazzo Calabritto, essenza costruita con arance dolci, limone, pompelmo e muschio antico, è eleganza coraggiosa di una storicità raccontata in chiave moderna, pronta a rivest…

Dove batte il cuore

Immagine
Trovate sia scontato vaporizzare una fragranza nelle zone venose del corpo, dove pulsa maggiormente il sangue? A contatto con la pelle, la combinazione diventa unica come fosse la personale interpretazione di un abito.
Se Marilyn lo indossava come fosse un pigiama, noi specialisti di Mansfield consigliamo di spruzzarlo sui capelli, potente veicolo di feromoni. Pensate al fascino che emana la capigliatura...alcune società impongono addirittura il velo per coprirla.
Pare che l'attrice Liv Tyler lo indossasse in una zona ancora più intima: l'ombelico. Sexy, caldo, nascosto, si trasforma in un vero e proprio diffusore d'essenza.
Dietro la nuca, l'aroma diventa un prezioso gioiello da indossare; fra le clavicole e il seno viene custodito come un segreto da nascondere, per poi raccontarlo lentamente istante dopo istante.
Se il principio di base è che il profumo rende di più a contatto con il calore, troviamo che sia una pratica originale spruzzarlo su un foulard e coprire l'…

Malafemmena

Immagine
"Femmena tu si a chiù 
  bella femmena, te voglio   bene e t'odio, nun te pozz scurdà..."

L'ultimo verso della canzone più famosa di Antonio 
De Curtis racchiude l'essenza di una straordinaria storia d'amore 
per la moglie Diana, la legittima "Malafemmena". 
Il "titolo" attribuito erroneamente a Silvana Pampanini, che aveva 
recitato con lui nel film '47 morto che parla', era stato in realtà il
sigillo del legame forte e indelebile che unì il Principe De Curtis
alla sua consorte Diana Lucchesini Rogliani De Curtis.
Quando si conobbero a Firenze, durante uno spettacolo, lui aveva 
più di trenta anni ed era già un attore abbastanza noto, mentre 
Diana, appena quindicenne, viveva in un collegio di suore;  scappò
per amor suo e lo raggiunse a Roma.
Da quel giorno i due vissero un amore struggente, fatto di 
complicità e tenerezza ma anche di velenosa gelosia che portò De 
Curtis a chiedere il divorzio in Bulgaria, pur continuando a vivere 
con la mogl…

Astri Profumati: nel segno dei Gemelli

Immagine
Sempre alla ricerca di nuovi impulsi ed ispirazioni. Nei luoghi d'incontro o durante le 
riunioni di lavoro è il principale polo d'attrazione.
Cosa riserverà il sesto mese dell'anno ai nati sotto il segno dei Gemelli?
Giugno è un mese interessante con Marte “in attivo”.
Sono favoriti gli incontri e le nuove conoscenze per cui la scelta del profumo giusto che
conferisca sicurezza nell'approccio, è d'obbligo.
Dal carattere volubile e dagli amori improvvisi,
Ai Gemelli potranno essere d'aiuto le spezie inebrianti e gli accordi sensuali.
Costa Nera – E.Marinella è in allineamento astrale. Il vigore del Vetiver
e del Pepe Nero del Camerun favoriranno sotto una buona stella gli incontri previsti verso la
metà del mese.



Per le Gemelline, un tocco di Mandorla Dolce vi renderà più sicure di voi. Se volete
distinguervi tra la folla e mostrarvi più raggianti del solito, indossate la fragranza
dietro le ginocchia  e dietro la nuca. Il profumo vi seguirà come per consolidare il vostr…

"Signori si nasce"

Immagine
“Sono Altezza Imperiale, conte palatino, cavaliere del Sacro Romano Impero, ufficiale della Corona
d'Italia ma con l'Altezza Imperiale non ci ho fatto nemmeno un uovo al tegamino”.
Un uomo, un principe, un attore, un poeta, ma soprattutto un cultore dell'eleganza.
La sua maniacalità nella ricerca del “belvestire” lo ha portato ad essere tra i primi ad indossare
boxer cifrati, con lo stesso tessuto delle proprie camicie.
Il suo sarto, Domenico Caraceni,
ricorda con orgoglio che nella sua bottega, il principe De Curtis impiegava ore a scegliere
tessuti sofisticati per i suoi abiti su misura. Era collezionista di cappelli e scarpe; le sue cravatte,
rigorosamente E.Marinella, erano più di duecento, le bretelle arrivavano dall'Inghilterra.




“Dopo la colazione, consumata a letto su un vassoio d'argento, iniziavo il rito della pulizia
personale. Infinite sedute nel bagno per lavarmi e pettinarmi. Non un capello fuori posto.
Guai se mancava la brillantina Coty. E poi...poi…

" Profumoterapia"

Immagine
Vi è mai capitato di essere attratti dalle vetrine di una fantastica Bakery pensando “Il tempo di entrare e svaligio tutto”, per poi una volta all'interno, avvertire un cattivo odore e pensare  “Non ci metterò maipiù piede neanche se me li regalano”?
Molto semplice. Ogni ambiente è un'esperienza emozionale dove profumo e sensi di chi vi accede, sono protagonisti assoluti; il messaggio olfattivo crea una reazione di piacere, accettazione o disgusto senza che il nostro cervello ne sia consapevole.  L'occhio può ingannarci, il naso no!
E' per questo che la gente diventa più affabile se circondata da odori familiari, evocativi di ricordi intimi e individuali.
Se in un ristorante aleggia il sentore di lavanda, i clienti consumano di più e i conti lievitano. Se il vostro amico “taccagno” quando arriva il conto al tavolo, si dilegua, portatelo in ristoranti che diffondono profumi alla vaniglia. E' considerata un'alleata formidabile nel rassicurare la psiche e in questi cas…

Dietro il Naso

Immagine
"Per creare nuovi accordi è sufficiente pensare in odori come un pittore pensa a colori". Edmond Roudnitska
Ogni creazione profumata si realizza nella testa del naso che riesce ad immaginare in maniera sublime come si combineranno le materie prime. 
Ma scendiamo dietro le "quinte olfattive" e scopriamo quali processi si celano "dietro il naso". Vi siete mai chiesti come si estrae un profumo? 
Non basta raccoglierli e spremerli come "Lulù - angelo dei fiori" nella fortunata serie manga degli anni '90. Occorre estrarli per ottenere un'essenza attraverso svariate tecniche:
ENFLEURAGE: il "francesismo" trasmette idea di delicatezza e semplicità. In realtà si traduce in tutt'altro. E' un processo antico come le Piramidi, oggi quasi del tutto trascurato perchè troppo impegnativo e dispendioso.  Tuttavia il metodo artigianale viene tutt'ora adoperato nelle migliori aziende di produzione , piccole mosche bianche dell'universo …

Instagram Gallery